Articoli

Essere per fare, incontrare il Senso per Realizzare.

foto

“Cosa ti sta a cuore?” questa è la domanda solitamente inizio una Costellazione Familiare o Sistemica. Sempre più spesso la risposta dei partecipanti è “sentirmi realizzata/o”. Come se qualcosa sfuggisse nella loro vita rincorrendo i propri obiettivi in un periodo di crescente incertezza. Accade anche a te?

Solitamente ci sentiamo realizzati quando riusciamo a raggiungere i nostri traguardi, in questo modo ci sentiamo soddisfatti di noi o crediamo di soddisfare le aspettative delle persone che amiamo.

In realtà questa è solo l’ultima parte di un processo ben più complesso e profondo.

La Realizzazione Personale inizia con l’allineamento, la connessione e la coerenza con ciò che da il Senso alla nostra esistenza, guidando così ogni scelta e movimento nella materia.

Se siamo distaccati, lontani, sordi nei confronti di questo impulso primario vitale, ogni movimento nel mondo duale sarà in disequilibrio e soprattutto al contrario, rendendo tutto faticoso!

Oggi una cara amica con cui condividevo queste riflessioni, mi ha chiesto se secondo me il senso coincide con la missione personale. No, a mio avviso sono due cose molto diverse: il Senso della nostra vita è qualcosa che nasce prima, non possiamo vivere senza ed è quello che cerchiamo da tutta la vita. Sin da bambini, nelle fiabe che ascoltavamo, nei cartoni animati che guardavamo, nelle relazioni che viviamo. Se lo perdiamo tutto perde di significato e ci ritroviamo a vagare senza meta reale tra ipotetiche e molteplici “missioni”.

Queste ultime, invece, sono lo strumento attraverso il quale mettiamo in pratica il Senso e rendiamo visibile nella materia questo significato. E se cambia nel tempo, se le esperienze di vita ci obbligano ad abbandonarla la nostra esistenza non perde valore, semplicemente cambiamo strada, obiettivo, missione. Il dolore nasce quando confondiamo il Senso con la missione, quando ci identifichiamo con ciò che facciamo e non con quello che siamo.

Essere per fare, incontrare il Senso per Realizzare.

BE INSPIRED

 

Scopri il Senso della Realizzazione Personale attraverso le Costellazioni Sistemiche, Familiari e Archetipiche nel percorso BE INSPIRED!

Guarda il calendario per i prossimi appuntamenti 

 

 

 

L’Amore che Ispira il Cambiamento

Costellazioni Archetipiche e Familiari

Foto Fausto Dasè – Diritti Riservati

L’Amore che ispira in cambiamento è quel tipo di amore che accende una miccia dentro di te.

Brucia, divampa cancellando ogni paura, ogni insicurezza.

E’ quell’amore che funge da bussola ti porta verso la realizzazione del Sé, in ogni aspetto sia esso spirituale che materiale.

E’ quel tipo di emozione che ti fa vivere relazioni di spessore e valore, perché una volta sperimentato, una volta vissuto non puoi accontentarti di nulla di meno, perché significherebbe tradire la tua natura, negare ciò che davvero sei.

L’amore che ispira è insito in ognuno di noi, sepolto tra le macerie del dolore, delle esperienze negative, dai preconcetti e paure. Paura non dell’altro, ma della potenza creatrice che questo Amore libererebbe se pienamente vissuto.

E’ l’Amore che ispira il movimento verso.

Lasciati guidare…

 

Le Costellazioni Familiari e la Guerra

pace

In questi giorni si parla spesso di guerra e molte persone mi hanno scritto che sentono aumentare le loro paure. Lasciando da parte il discorso sulla manipolazione mediatica, la guerra è un argomento che tocca ognuno di noi, nel profondo più di quanto si possa immaginare. Per questo vale la pena soffermarcisi un momento e lavorarci su.

In fondo se ci pensiamo bene, il passato e la storia della nostra famiglia (popolo e umanità) è impregnato di guerre e conflitti. Le due grandi guerre, ad esempio, sono ancora presenti nel nostro DNA e nel campo sistemico familiare di ognuno di noi. E come sappiamo, il macro è solo il riflesso di ciò che accadene nel micro dentro di noi.

Le Costellazioni Sistemiche e Familiari sono un ottimo strumento, non solo per sciogliere le conseguenze che certi comportamenti e scelte hanno sulla nostra vita e su quelle delle generazioni future, ma anche per comprendere pienamente come funzioniamo.

Vi segnalo un post di una costellatrice americana Krista Jarrad, dove racconta una costellazione con dei clienti giapponesi. clicca qui per leggere il post completo

Ciò che mi ha colplito è come molte dinamiche si ripetono: ho visto Costellazioni Sistemiche e Familiari che riportavano alla Seconda Guerra Mondiale, alla guerra in Romania, guerre civili etc. Tutte più o meno riportano delle tematiche in comune.

La più eclatante è la dinamica “vittima/carnefice”: si cercano sempre, azione dopo azione. E solo quando si esce dalla visione della colpa, riescono finalmente a trovare la PACE. E con loro il cliente che ha chiesto la Costellazione.

Chiediti ora, quante volte nei piccoli grandi conflitti che vivi ogni giorno metti in atto la dinamica “vittima/carnefice”?

Quante volte il conflitto esplicita o nasconde un sentimento di esclusione (dalla famiglia, dalla coppia, dal lavoro)?

Vedere lo svoglimento di una Costellazione Familiare, Sistemica, Strutturale o Archetipica è istruttivo perchè ci permette di veder rappresentati quei comportamenti, le cause, ma soprattutto gli effetti di alcune scelte quotidiane. E’ come avere la legge di causa/effetto rappresentata davanti ai nostri occhi. E questo spesso vale più di mille parole o discorsi teorici.

Si parte sempre da noi, anche quando gli eventi sembrano più grandi di noi.

Hai fatto esperienze simili? se hai voglia di condividerle raccontale nei commenti