Le Donne Diamante: Sara Daniele

LE INTERVISTE

Oggi inauguriamo una nuova rubrica: le interviste delle donne diamante.

In questo mondo pazzerello c’è bisogno di esempi positivi, donne che possano con le loro esperienze ispirare e il loro modo di essere ispirare il cambiamento. Sento l’esigenza di dare spazio a quelle donne che vivono secondo i valori della Filosofia del Diamante, che riescono a portare valore nella loro vita e a realizzare i loro sogni.

La prima, tra queste donne che ti voglio presentare, è SARA DANIELE.

Conosciuta via Facebook anni fa, l’ho sempre seguita con piacere. Di lei ho apprezzato la schiettezza, la capacità di parlare senza mezzi termini andando dritto al cuore e senza mai risultare noiosa. Potrei definirla AUTENTICA. Qualità indispensabile per una blogger, un’organizzatrice eventi e soprattutto Donna Diamante.

Ciao Sara, ci racconti un po’ di te. Come ti definisci?

SaraDanieleCiao Simona, prima di tutto grazie per questa intervista. Definirmi per me è sempre complicato, non sono mai riuscita ad etichettarmi. Sono una persona dinamica, determinata, curiosa e molto ottimista. Ho mille interessi e amo stare a contatto con la gente, per questo motivo ho scelto la strada dell’organizzazione eventi e del blogging.

Che ruolo ha la meditazione e la crescita personale nella tua vita?

Mi sono avvicinata alla meditazione nel 2014, anche se mi aveva sempre affascinato. Essendo molto razionale non credevo che riuscisse a coinvolgermi così tanto, oggi non potrei più farne a meno. La crescita personale è un punto fondamentale per me, sono in continua evoluzione e ho sempre voglia di scoprire ed imparare cose nuove.

Cosa ti ha spinto nel 2013 a dare vita a Emotionally?

Ho sempre avuto un blog da quando sono entrata a far parte del mondo virtuale, anche perché ho sempre amato scrivere e comunicare. Nel 2013 ho deciso di rendere Emotionally un blog più costante e professionale per avere un luogo in cui poter racchiudere tutte le mie passioni e poter aver così modo di confrontarmi con chi mi leggesse, ma anche con chi volesse conoscermi di più personalmente e a livello lavorativo.

Quali sono i tuoi progetti per questo 2016?

Io ho sempre mille progetti e a volte non riesco neanche a stare dietro alle mie idee. Per questo 2016 ho deciso di focalizzarmi di più su due mie passioni: i libri e i viaggi. Mi piacerebbe poter creare progetti ed eventi che accomunino questi due mondi.

Sei una donna dalle tante passioni e questo si vede nel tuo blog che sprizza energia in ogni parola e ogni articolo. E’ questo il tuo ingrediente segreto?

Non ho un ingrediente segreto in realtà, anche perché avere tante passioni può essere un’arma a doppio taglio: se da un lato ti permette di raggiungere un pubblico più ampio, dall’altro non ti rende riconoscibile subito in un ambito specifico e questo a volte risulta dispersivo.

Cerco di trasmettere la passione e l’amore di tutto ciò che faccio e spero che questo arrivi a chi si ferma a leggermi.

Sei sicuramente una donna protagonista della propria vita. Che consiglio potresti dare alle donne che voglio riappropriarsi del proprio potere creativo?

Il consiglio per essere protagonisti della propria vita che do a chiunque me lo chieda è di imparare prima di tutto a conoscere se stessi, i propri pregi e i propri difetti e di provare a trovare un equilibrio. So che non è facile e che spesso l’equilibrio vacilla, ma solo conoscendosi bene e sapendo esattamente cosa si vuole e cosa no, si possono perseguire i propri sogni e i propri obiettivi, senza riuscire a non mollare mai.

E alle donne che vorrebbero fare la tua professione con successo? (Sia di eventi che blogger)

Sono entrambi due campi molto difficili, ma le cose più importanti sono studiare ed aggiornarsi continuamente e crederci. Sia l’organizzazione eventi che il blogging non si possono improvvisare, se si vuole arrivare a farsi conoscere.

La tua passione più grande e perché?

La mia passione più grande è viaggiare, perché ho sempre viaggiato fin da piccolissima e ogni viaggio mi ha insegnato qualcosa, ha aperto i miei orizzonti mentali e mi ha regalato momenti indimenticabili che sono stati importanti per la mia crescita personale.

Il tuo libro “diamante” e perché?

Questa è una domanda difficile per chi legge tantissimo come me ed ama perdersi tra le pagine, ma credo che il mio libro “diamante” sia stato Shantaram (Le tavole d’oro) di Gregory David Roberts, perché quando l’ho letto è riuscito a farmi fare riflessioni che mi hanno cambiata e hanno cambiato la mia visione della vita e dei rapporti personali in meglio.

Il tuo film “diamante” e perché?

Anche questa è una domanda difficilissima, ma se dovessi sceglierne uno sicuramente ti direi “Cloud Atlas”. Mi fu consigliato da una mia cara amica e anche in questo caso le riflessioni che sei portato a fare ti insegnano che forse le scelte che facciamo sono importanti e il karma esiste.
Se posso poi nominarne uno un po’ più “leggero”, se così si può definire, sicuramente “Serendipity”, incentrato sulla casualità del destino.

Un messaggio per le donne diamante?

Siate sempre voi stesse, coccolatevi, regalatevi dei momenti per voi, non fatevi impedire da nessuno di fare ciò che desiderate, cercate il lato positivo in ogni avvenimento e sorridete, perché

Essere donne non è sempre facile, ma è sicuramente un viaggio bellissimo. Sara Daniele Condividi il Tweet

E con questo messaggio potenziante che racchiude praticamente tutto il mondo femminile, ti salutiamo e ti ringraziamo.

Al prossimi appuntamento sul tuo blog Emotionally.eu o sulla pagina di Facebook (Clicca qui)

Simona Savino

Trainer, life&business counselor.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *