Essere e apparire, quando l’incontro diventa magico.

Cosa succede quando 2 lati opposti della medaglia si incontrano?
Nasce la versione migliore di te.  

Ho dedicato la mia vita all’Essere, quello con la E maiuscola per intenderci. La stessa E con cui inizia la parola Essenza che da filosofa amo molto.

Sin dai tempi antichi i filosofi più importanti si sono dibattuti tra i concetti  di essenza e manifestazione della stessa: l’essere ossia lo Spirito e la manifestazione/apparenza ossia il mondo.

Percorsi filosofici a parte, anche noi siamo composti di spirito e corpo e quindi di essenza e immagine. Nell’epoca del consumismo e dell’immagine, a mio avviso, la strada non è fare gli struzzi, ma imparare a giocare dettando noi le nuove regole e regalando impulsi nuovi a questo mondo.

Di immagine si occupa proprio Angela Bianchi, consulente d’immagine e titolare di VirgoImage. 

Io e lei due lati opposti della stessa medaglia, due punti di vista che ci regalano la tesi e l’antitesi per comporre nella serata del 10 giugno la sintesi.

Diverso infatti è solo il punto di partenza, quello di arrivo è lo stesso:

La versione migliore di te

Questa frase, espressa da Angela durante la sua presentazione, corrisponde ad uno dei principi su cui baso tutto il mio lavoro.

La vita è un allenamento a essere la versione migliore di te. Condividi il Tweet

Ogni giorno facciamo esperienza di tante versioni di noi stessi.

Quante volte siamo consapevoli di non essere al nostro meglio sia interiormente che esteriormente? Paure, dubbi,  condizionamenti, irretimenti, tutto questo e molto altro ci impedisce di essere davvero noi stessi, di esprimere appieno le nostre potenzialità.

A volte viviamo la sensazione di non vivere la nostra vita, ma quella che gli altri o il destino hanno deciso per noi. Altre volte sentiamo di interpretare un personaggio in una commedia/tragedia teatrale, ma sotto la maschera cosa resta? L’attore chi è?

Se ogni tanto ti senti così, hai due possibilità:

  • lavorarci partendo dall’interno, ossia scavando, sciogliendo i blocchi, riscoprendoti e alla fine  ponendo attenzione a quello che comunichi attraverso il tuo corpo, il tuo atteggiamento e la tua immagine
  • partire dall’esterno per comprendere le tue difficoltà, scoprire cosa ti piace e cosa ti valorizza per imparare a guardarti con occhi nuovi.

Sai qual è la mia meditazione preferita? Truccarmi. 

Anni fa uno dei miei maestri mi insegnò a trasformare ogni azione quotidiana in una meditazione, focalizzandomi sul momento presente, per vivere pienamente il qui e ora. Da allora quando sono giù, quando la mia immagine nello specchio non corrisponde a quello che so essere la mia anima, prendo il beauty dei trucchi e comincio a giocare. Mi connetto con il mio vero essere e gioco per rappresentarlo sulla mia faccia, lo scopo è tirare fuori “la versione migliore di me” sepolta dietro a emozioni che so essere passeggere. La luce invece, non passa mai.

Ti invito pertanto a partecipare al prossimo Diamond Happy Hour con me e Angela Bianchi per scoprire la versione migliore di te.

Intanto gustati questo video preso da Coach Carter: la nostra più grande paura è…

Simona Savino

Trainer, life&business counselor.

1 commento
  1. maria rivelazione says:

    brava come sempre, simona. il video è bellissimo. la nostra più grande paura…etc…. oh com’è vero…
    grazie!

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *